Australia · 19 Days · 6 Moments · June 2015

Leonardo Bravin

Australia: il mio primo viaggio


6 July 2015

L'ultima settimana è stata davvero frenetica. Qualche giorno l'ho trascorso tra Castle Hill e Wollongong, dove ho potuto conoscere zia Lucia e parte della famiglia. Tappa obbligata a Wollongong è stato il Nan Tien Temple, il più grande tempio buddhista dell'emisfero. Tornato in città mi sono destreggiato tra lavoro, interviste e una maniacale ricerca dell'appartamento, così ieri finalmente mi sono potuto trasferire. Avrei potuto trovare di meglio? Certamente sì, ma a volte serve buttarsi, senza pensarci troppo su. Nota: le ultime due foto mostrano Cabramatta o little Vietnam e il mercato del pesce di Sydney, che è proprio dietro casa!

1 July 2015

La giornata con Natalie al parco nazionale delle Blue Mountains inizia alle 10, boccata d'aria fresca a pieni polmoni e iniziamo la discesa verso le cascate Katoomba. Da subito ci troviamo avvolti in una fitta nebbia che sì, dona a tutta la foresta un fascino surreale, ma non permette di osservare il maestoso paesaggio di fronte a noi. Poco male, ci incamminiamo in direzione cascate del Leura tra cockatoo e alberi secolari e, merito anche della preghiera rivolta all'albero della vita, la nebbia sale e compaiono le Blue Mountains! Su una vallata ricoperta di eucalipti estesa a perdita d'occhio, si ergono maestose impervie montagne con pareti decisamente scoscese. Risaliamo in cima con un'ora abbondante di scale, piccola pausa e ripartiamo direzione Three Sisters! La passeggiata lungo la cliff è incredibile! Ci regaliamo un "Golden Gaytime" al punto di osservazione principale e torniamo alla macchina in orario tramonto, stremati dopo 7 ore di camminata, ma decisamente felici!

28 June 2015

Dopo qualche giorno passato tra burocrazia, corso RSA e quant'altro, ieri mi sono potuto godere una bella giornata di relax in Manly beach e dintorni. Posto incredibile e ben lontano dalla frenesia della città. Vivere a Manly? Perché no.

22 June 2015

Nel weekend il tempo è stato proprio uno schifo, acquazzoni e freddo, tanto freddo. Qualche dubbio sul senso della mia permanenza mi è venuto, ma poi lunedì è spuntato il sole e ho visto Bondi beach e le spiagge intorno...wow! Questa è la Sydney che immaginavo, non voglio più andarmene! Nel frattempo ho conosciuto anche i cugini australiani, simpaticissimi e disponibilissimi e ho cambiato ostello perché il primo era proprio una topaia!! Manca il lavoro, ho una prova giovedì, incrociamo le dita! Hang looose!!

19 June 2015

Alla fine il jet-lag equivale a un dopo sbornia, bastava dirlo...gli allenamenti degli ultimi anni hanno dato i loro frutti, così la prima mattina a Sydney sono in forma smagliante. Diluvia, peccato, decido comunque di fare il tour guidato della città (gratuito). Per pranzo opto per una porcata da 9 dollari in compagnia di Daniel, un tipo conosciuto durante il tour. Il sole tramonta alle 5, ok lo sapevo, ma vederlo mi fa realizzare che è proprio inverno e l'atmosfera che mi evoca George street è quella dello shopping natalizio. Ritorno in ostello, e mentre mi preparo per una serata in Chinatow, conosco 2 tipi australiani. Di cosa abbiamo parlato credo lo sappiano solo loro.

18 June 2015

Partito! Non c'è più tempo per i ripensamenti, guardo verso il basso e vedo sfrecciare via Milano, Venezia, l'Adriatico, e poi Istanbul, Teheran, Nuova Dheli, l'India, il suo oceano. Per uno come me che non aveva mai messo piede fuori dall'Europa è una gran bella emozione, sembra di scorrere sopra un mappamondo, come si faceva con il dito da bambini, quando si toccavano tutti quei posti meravigliosi solo con l'immaginazione. E poi Singapore... Prima e unica sosta del viaggio, a cavallo tra il giorno e la notte, non capisco bene che ore siano... le 7 di mattina dice l'orologio dell'aeroporto, per me è l'una di notte. Deambulo verso il gate sbadigliando, mi aspettano altre 8 ore di volo..a bombazza!