Finland · 5 Days · 14 Moments · December 2018

Santa Clous is coming to Town!


5 January 2019

SANTA PARK Oltre al Santa Claus Village, a poca distanza, si trova il SANTA PARK, anche questo un parco a tema natale ed elfi ma molto più indicato per i bambini. Ci sono tante attività come la scuola degli elfi o la pasticceria natalizia, tanti spettacoli e l’immancabile casa di Babbo Natale (che parla davvero tutte le lingue del mondo). Diciamo che è l’ideale per famiglie con figli piccoli... non per una coppia di trentenni 🙃
SANTA CLAUS VILLAGE E finalmente venne il giorno in cui conobbi Babbo Natale 🎅🏻 grassotto,rosso e bianco, gentile e “nonnesco” proprio come ce lo immaginiamo! Ma il Santa Claus Village non ha come attrazione la sola Casa di Babbo (che si raggiunge in un’ora di fila, per 3 minuti di foto e 35€ di costo) ma molto di più: SNOWLAND’S IGLOO RESTAURANT, un ristorante tutto di ghiaccio dove abbiamo mangiato davvero bene, anche se l’attrazione principale è la struttura stessa con statue e altorilievi decorati nei minimi dettagli; TOUR CON LE RENNE che, a differenza degli husky, avevano molto meno voglia di portarci a spasso; CIRCOLO POLARE ARTICO, una linea blu taglia centralmente il Villaggio per indicare il passaggio del Circolo; ARTIC POST OFFICE, l’ufficio postale più a nord del mondo dove è possibile inviare cartoline natalizie a tutto il mondo...

4 January 2019

KAKSLAUTTANEN ARTIC RESORT Non è un semplice resort, è praticamente un’area intera e gigantesca della Lapponia adibita ad hotel circondata dal nulla più totale: igloo, case di Babbo Natale, musei e chalet, tutto e di più! Per muoversi da un punto all’altro del resort c’è la navetta, a piedi - nel bianco e freddo più totale - ci vorrebbe più di mezz’ora. In alternativa, ci si muove sulle slitte 🛷 Il nostro igloo è piccolo, ma caldo e accogliente (anche se ancora oggi non comprendo il senso delle coperte zebrate). Speravamo di vedere l’aurora boreale o almeno un cielo stellatissimo dal tetto in vetro dell’igloo, ma non siamo stati fortunati. In compenso, al mattino, gli occhi si sono aperti su un paesaggio bianco e totalmente naturale! Una bella differenza rispetto ai palazzi di Milano 😅
HUSKY RIDE In assoluto l’esperienza più bella fatta in Lapponia, se non nella vita! La passione, l’entusiasmo che ci mettono questi animali nel correre in mezzo al nulla polare è stata la sorpresa più sorprendete della vacanza. Guidare la slitta è abbastanza semplice: tendenzialmente comandi tu, ma sono gli husky a rendere il tutto possibile correndo come matti tra questi binari bianchi scavati nella neve. Ogni tanto qualche frenata per contenere la velocità, una piega a destra e una sinistra ed il gioco è fatto. All’accampamento del nostro resort KAKSLAUTTANEN c’è l’allevamento dove gli husky riposano nelle loro cucce con tanto di nome sopra. Appena ti vedono, ti corrono incontro in cerca di coccole in cambio di qualche leccata sul viso. 🐶

3 January 2019

CACCIA ALL’AURORA BOREALE Il risultato non è stato dei migliori ma l’abbiamo vista!! Abbiamo visto l’aurora boreale. Certo non si può dire non sia costata molto fatica (e molti l’euro)! Dopo esserci vestiti strati su strati, dopo un’oretta di pulman nel nulla e bianco più totale (avvistando delle simpatiche renne che camminavano lungo la strada), dopo aver camminato nei boschi su una strada ripidissima, piena di neve, sempre vestiti da omino Michelin, arriviamo a questa distesa in mezzo al bosco. BAM: milioni e milioni di stelle, un cielo da togliere fiato che ci accoglie con stelle cadenti (ma il desiderio di vedere l’aurora boreale si è realizzato sono a metà). Siamo rimasti all’aria aperta per circa 3h, fino a mezzanotte passata. Fortunatamente c’erano 3 grosse tende di appoggio con un caldo e accogliente falò per riscaldarsi e cuocere würstel, pannocchie o bere del the caldo. Diciamo che la natura ci ha graziato lo sforzo (enorme) fatto per vederla in tutta la sua bellezza.
FRANS & CHERIE BISTROT Ristorante che offre un menù troppo variegato per i miei gusti: francese, qualcosa di russo, lappone. Ci ho messo 10 minuti solo per leggerlo concludendo con un “Eh?!”. Il servizio è molto rilassato, forse anche troppo. Il cibo, nonostante tutto, niente male.
SNOWMOBILE Super super super cool! Dopo esserci coperti con una decina di strati, abbiamo iniziato il nostro giro in motoslitta per i boschi e i sentieri attorno al Villaggio di Babbo Natale. La motoslitta, a differenza da quello che era il pensiero originario, non è difficile da guidare: tasto per accelerare e freno, fatto ✅ Accompagnati dalla nostra guida e un’allegra famigliola italiana, la velocità massima intrapresa penso fosse di 20 km/h, ma a prescindere l’esperienza è unica ed offre la possibilità di vedere scorci unici! Tra snowmobile ci si parla tramite gesti visto che consigliano di mantenere una distanza di 20m l’una con l’altra: “Go” simbolo del ciuf ciuf con il braccio, “Attention” scuotendo il braccio su e giù, “Stop” mano e braccio alzati. PS: il manubrio è riscaldato, questo è il segreto per non amputarsi le mani con il freddo PSS: come in montagna, se si incontra qualcuno si saluta

2 January 2019

RAKAS Avrei qualcosa da ridire sul cibo visto che sto ancora cercando di digerire la zuppa ai funghi, ma il locale è veramente carino, le cameriere gentili (riempiono loro i calici d’acqua, manco uno stellato 🤗) ed il conto giusto (affermarlo in Finlandia sembra follia pura).
RISTORANTE NILI Uno dei ristoranti più consigliati di Rovaniemi per un vero “taste of Lapland”! Locale tipico: legno e pelli ovunque (anche quello che fu un orso), le cameriere indossano abiti tipici e sorridono gentilì mentre delle canzoni ai più incomprensibili ci riportano in tempi lontani, quelli di una Lapponia antica e primordiale. Basta vedere l’indicazione per il bagno per comprendere appieno la storia di questa popolazione: geroglifici, legno e renne! Abbiamo mangiato l’orso (molto saporito, sa pesantemente di selvaggina quasi come il cinghiale) e la renna. Contorni sempre presenti sono: patate, barbabietola, cetrioli, finocchi e la marmellata fatta con le loro bacche rosse. Ristorante promosso a pieni voti ✅
SPACCAGHIACCIO SAMPO Purtroppo - ed era la prima volta che succedeva in 4 anni - la spaccaghiaccio non è potuta uscire per motivi meteo (o così ci hanno spiegato). Un bestione di nave, non posso dire altro che valutando l’esterno della Sampo. Sarà per la prossima volta 😅

1 January 2019

AMARILLO Iniziare il nostro soggiorno a Rovaniemi in un ristorante messicano era tutto pur che calcolato... ma alle 21.30 se vuoi mangiare ti devi arrangiare perché tutte le cucine stanno chiudendo! “C’è posto per 2” “No la cucina è chiusa” “C’è posto per” “No chiuso” “C’è” “No”! Diciamo che il “Si” gentile di Amarillo è stato sufficiente a conquistarci. Prezzi nella norma, servizio educato, sorridente ma lento e cibo... un messicano rivisitato alla finlandese 😂
HELSINKI Piccola e accogliente, fredda ma luminosa. Helsinki non offre una lista lunga (neanche corta) di cose imperdibili da vedere: la Piazza del Senato con il bianco e etereo Duomo della città, il Palazzo del Parlamento, la Chiesa Ortodossa di Uspenskin, il mercato con le bancarelle natalizie... in mezza giornata abbiamo visitato la città con estrema calma. Assolutamente da vedere (è stato l’unico “wow” della giornata) la Chiesa nella Roccia / Temppeliaukion Kirkko: un vero e proprio capolavoro interamente scavato nella roccia, questa chiesa luterana è uno spettacolo per gli occhi con il suo mix ben riuscito di materiali in pieno contrasto fra loro. NOTA: mangiare costa davvero davvero tanto!

31 December 2018

CAPODANNO A HELSINKI Freddo: questa la prima parola che mi viene in mente ripensando all’attesa della mezzanotte nella Piazza del Senato di Helsinki. Poiché la città non offre tante alternative abbiamo deciso di scambiarci gli auguri nella piazza principale, dove hanno organizzato un concerto di musica pop, che a mio parere ha meritato l’ascolto di tutte quelle persone riunite in piazza ad accogliere l’anno nuovo. Il freddo si è certamente fatto sentire, ma buttati nella mischia e presi dall’energia trasmessa dall’artista, siamo arrivati in un attimo al conto alla rovescia, seguito da dei fuochi d’artificio spettacolari, sparati proprio dietro alla cattedrale di Helsinki.
RISTORANTE SAAGA Abbiamo trascorso il cenone di fine anno al ristorante Saaga, immergendoci totalmente nella cultura finlandese: cucina tipica, locale ricco di oggetti della zona - del passato e odierni, camerieri vestiti come vuole l’usanza. Ci è piaciuto molto ma, se da un lato promuoviamo al 100% la location, ci lasciamo qualche riserva sul menù: molto pesce, molte salse, molta renna... molto tipico, nulla da dire, ma difficile da “digerire” come prima cena in Finlandia. Consigliato? Si!!