Spain, Italy · 4 Days · 21 Moments · October 2017

journi di Maria a/in Spain


1 November 2017

Un viaggio bello, molto bello, all’insegna della tranquillità e del piacere di stare con serenità in compagnia di amici cari.... E Valencia è una città dove, ha ragione Claudio, sarebbe bello vivere! Si gira in bici, c’è poca omologazione, si respira onestà e civiltà.... Bisognerà ritornarci!!!!

31 October 2017

...dove arriviamo e troviamo il nostro grande Amore!!! Viaggiare è sempre meraviglioso, ma tornare e trovare il nostro Totto è una sensazione unica....❤️
...ed alle 16,50 il nostro aereo decolla per riportarci a casa....
Stamattina ci svegliamo con calma, scendiamo a fare colazione e, lasciati i bagagli alla reception, usciamo per fare acquisti in centro. Scegliamo di prendere la metro viste le vesciche che ha Fiore ai piedi (!!!). Usciti dalla metro, ammiriamo lo stile molto particolare della stazione ferroviaria di Valencia che si trova nella parte forse più residenziale della città e lo stile architettonico dei palazzi valenciani (sia antichi che moderni) che prevedono una torretta in cima all’ultimo piano degli alti palazzi. Arrivati in zona Cattedrale, noi Canta pranziamo con un panino con jamon iberico (che io adoro!!!) e raggiungiamo i Guerra nella piazza medioevale alle spalle della Cattedrale per un’ultima cerveza....

30 October 2017

Dopo un riposino in albergo ci rimettiamo in marcia (questa volta a piedi) per raggiungere i ragazzi che sono già in centro da un bel po’. Li accompagniamo all’Hard Rock per il consueto acquisto di magliette bianche da collezionare e li lasciamo lì per la cena. Noi facciamo una passeggiata nella city valenciana fino al Mercado de Colón, uno splendido edificio liberty ora adibito a centro commerciale. Ceniamo con un hamburger bio in un localino all’interno del Mercado. Ci ricongiungiamo con i ragazzi e di nuovo gran bella passeggiata di una mezz’oretta fino all’hotel.
Ci rimettiamo in bici per ritornare in albergo, ma io, approfittando di una sosta dei ragazzi per arrampicarsi su un gioco, mi riallungo di nuovo verso il Ciutat di Calatrava per fotografarlo ancora una volta!! Raggiungo gli altri e proseguiamo verso l’hotel. Circa un’ora e mezza di bici oggi pomeriggio....che meravigliosa sensazione!!!!
Lasciamo l’acquario più grande d’Europa ed andiamo a mangiar paella al ristorante Pepica sul lungomare di Valencia. Evitiamo la valenciana ed ordiniamo una marinara ed una alle verdure. Buone, ma per me la gara la vince la Riuà ....non sono d’accordo gli altri che preferiscono, invece, la paella alle verdure di oggi.....i gusti son gusti!!!!!
....squali con denti spaventosi che nuotano beati, meduse meravigliosamente rilassanti, delfino spettacolari, leoni marini tanto grandi quanti simpatici e....tanto tanto altro di fantastico....
La mattina successiva noleggiamo nuovamente le bici e, sempre percorrendo i Jardines de Turia, arriviamo all’Oceanografic

29 October 2017

Si ritorna in hotel, un po’ di riposo ristoratore e si esce a mangiar pinchos....bruschettine di pane con...con....con qualsiasi cosa!!! Molto buoni quelli con il caprino, pinoli e palline verdi non meglio identificate, ma buonissime!!! A Claudio son piaciute molto quelle con una specie di crocchetta al prosciutto e besciamella.... Passeggiata e rientro in bici....
Mentre i ragazzi vanno ad assistere ad un film in 3D io, Claudio, Filippo e Chantal, nuovamente in bici, andiamo a vedere la spiaggia....
Entriamo al Museo delle scienze.....
Dalle bici cominciamo a scorgere il meraviglioso Ciutat de les Arts i les Ciènces dell’architetto Calatrava. Il primo edificio che incontriamo è il Palau de les Arts che potrebbe sembrare un elmo, o un’onda che si abbatte sulla battigia, o un occhio, o....comunque sia... è meraviglioso! Accanto ammiriamo l’Hemisferic dove si proiettano film in 3D, più avanti il Museu de les Ciènces oltre il quale si ammira il Pont L’Assut d’Or.
In hotel noleggiamo le bici e, dopo un giro per la città vecchia, percorriamo i Jardines de Turia, un lunghissimo e meraviglioso parco di circa km 7,5 realizzato grazie alla deviazione del fiume Turia verso la metà del XX secolo.

28 October 2017

Che grande pecca....uno degli ingredienti della paella valenciana è il coniglio....la famiglia Canta, compatta, si è tenuta ben lontana dall’assaggiarla!!!
...e poi....ad assaggiare la paella de La Riuà, uno dei ristoranti tipici e tradizionali del centro storico di Valencia....
Veloce visita della cattedrale...
Un piccolo giro per la città medioevale...
Dopo aver ricevuto una vera e propria lezione di storia dalla taxista che ci ha accompagnato in albergo, prendiamo possesso della nostra camera....essenziale, ma moderna e pulita... Pranziamo con toast, jamon iberico e formaggio al ristorante dell’hotel e, finalmente, il gruppo Canta- Guerra si riunisce!!!
Si parteeeee!!!! Destinazione Valencia....lì ci aspettano Filippo, Chantal, Flavia e Marco...