1 Days · 7 Moments · April 2018

In bici lungo la strada più bella del mondo


23 April 2018

Winston Churchill l'ha definita la strada più bella del mondo e come dargli torto. Questa strada, nata per collegare l'altopiano di tremosine alla statale gardesana, é stata ultimata nel 1913 suscitando un certo clamore a livello internazionale perché si riteneva impossibile far salire una strada lungo un costone di roccia di diverse centinaia di metri a picco sul lago. La soluzione fu di far passare la strada nell'unico punto possibile, lo strettissimo canyon del torrente brasa tramite piccole gallerie in quanto nel suo punto piú stretto il canyon raggiunge a malapena i tre metri!. Il risultato é una strada incredibile, che inizialmente si arrampica lungo il costone a picco sul lago con gallerie da brividi. Successivamente compare la forra dove sembra letteralmente impossibile poter passare. Eppure... Salire in bici o in moto é la soluzione migliore in quanto la strada é veramente stretta ed attualmente regolata da un semaforo per alternare il senso di marcia.
La strada, lunga circa 5 km, sale con una pendenza costante ed é accessibile in bici a chi ha un minimo di allenamento. Vista la presenza di gallerie é indispensabile avere fanali montati. In particolare c'é ua galleria di qualche centinaio di metri completamente buia e passarci con una piccola luce é stata un'esperienza surreale e un pochino inquietante. Il punto di partenza si trova fra Gargnano e Limone ed é contraddistinto da una curiosa galleria ad angolo, che giá fa capire le difficoltá degli operai che hanno costruito questa strada, pregna di complicazioni fin dal primo metro. Data l'assenza di parcheggi si consiglia di partire in bici giá da Limone, anche per " scaldare un po' la gamba
Prima ancora di iniziare la salita guardate in alto: la famosa terrazza del brivido, dove si può mangiare (se ce la fate) a picco sul lago
Al termine delle gallerie iniziali si apre un panorama mozzafiato: il monte Baldo vi sorveglia sulla sponda veronese ma il vero spettacolo é vedere la gardesana (a sinistra) e il primo tratto della strada della forra che avete appena percorso. Sullo sfondo il monte Cas e l'abitato di Campione del Garda
Il canyon del torrente brasa pare essere il set del film jurassic park. Piante che litigano con la roccia per occupare il poco spazio disponibile, col gorgoglio del torrente che sifa strada verso il lago..
Il canyon si fa sempre più stretto. La mia Pina é un po' intimorita da questo scenario e allora ho dovuto farle una foto per distrarla 😅. Un'ultima galleria segna la fine del punto più stretto del canyon.
Dall'altra parte della galleria la gola si apre e ci si ritrova davanti a una baita, del tutto inaspettata in questo posto. In alto un ponte sospeso. Aspetta ma ci passano le macchine li sopra, come ci arrivano? Lo si scopre presto, rimanendo esterrefatti di fronte al colpo di genio di chi ha progettato la strada. Vi spiego subito il problema: il paese si trova in alto sulla sinistra ma la parete é troppo ripida per salire direttamente. Come fare? Si fa "avvitare" su se stessa la strada sul versante opposto, meno ripido per tornare sul versante sinistro tramite il ponte che vedete. Dopo circa un km di salita un po' più impegnativa si arriva alla frazione di Pieve, con la voglia di girare la bici e ritornare a vedere questa strada unica, resa ancora più famosa dall'aver ospitato il set delle scene iniziali di un film di james bond. Per chi volesse proseguire si può scegliere se proseguire verso tignale su una strada decisamente impegnativa come pendenze oppure tornare giù a Limone